Point Of Care Test

Un test Point-Of-Care (POCT) è definito come un’analisi medica svolta vicino al paziente o nel luogo nel quale viene fornita l’assistenza sanitaria. Il concetto trainante del POCT è quello di eseguire il test nel modo più comodo e immediato. I test POCT sono realizzati attraverso l’utilizzo di strumenti trasportabili, portatili e palmari.

I dispositivi POCT possono trovare applicazioni in molteplici situazioni: in ambiente domestico, al livello ambulatoriale, nei reparti di pronto soccorso, nei reparti di contenimento per malattie infettive, nelle ambulanze, in centri militari, su navi da crociera, in corrispondenza di aree nelle quali è accaduto un incidente o anche negli space shuttle. Inoltre questi dispositivi possono essere usati da moltissime persone, inclusi i laboratoristi, i medici del pronto soccorso, i radiologi, gli infermieri o altre figure professionali sanitarie. I POCT per autocontrollo possono essere utilizzati anche direttamente dal paziente (si pensi ad esempio ai dispositivi per il controllo della glicemia in pazienti diabetici)

Quando un dispositivo palmare non è disponibile si può ricorrere ad analizzatori da banco di piccole dimensioni od anche ad attrezzature fisse. L’obiettivo resta quello di raccogliere il campione ed ottenere i risultati in un periodo di tempo molto breve e nella immediatezza della zona od ambulatorio ove si trova il paziente. In questo modo il piano di trattamento e le prime cure possono essere erogate con rapidità e le dovute correzioni basate sui dati di laboratorio, prima che il paziente sia trasferito verso un reparto specialistico od altro ospedale più idoneo.

 

TIPI DI POCT

I vari tipi di POCT comprendono: test della Glicemia, determinazione dell’Emogasanalisi, determinazione degli Elettroliti, test di Coagulazione del sangue (PT/INR), diagnostica rapida di Marcatori Cardiaci, screening per Droghe d’abuso, test di routine delle Urine, test di gravidanza, determinazione del sangue occulto fecale (FOB), determinazione della Emoglobina, screening del Colesterolo, test di screening per patogeni alimentari, test per alcune malattie infettive.

 

TECNOLOGIA

Molti sistemi per esecuzione di test POCT sono realizzati in materiale plastico e si basano su strisce reattive (chimica secca). Questo approccio tradizionale è quello su cui si basano la maggior parte dei glucometro o strumenti per l’autodiagnostica da farmacia. Recentemente è possibile eseguire un’autodiagnosi su indici diagnostici di Reumatologia come: Proteina C-Reattiva (PCR), anti-Streptolisina O (ASO), Fattore Reumatoide (RF). Questi test richiedono solo una goccia di campione quali sangue intero, urina o saliva, e possono essere eseguiti e interpretati da qualsiasi medico o farmacista in pochi minuti.

TEST ESEGUIBILI NEI VARI SETTING

Assistenza primaria

  • Glucosio, HbA1c (emoglobina glicosilata), Microalbuminuria trovano applicazioni in campi quali la diabetologia
  • Elettroliti
  • Profilo Lipidico (Colesterolo totale, HDL, LDL, Trigliceridi) di interesse, tra l’altro, per gli specialisti della nutrizione per monitorare l’andamento della dieta seguita dal paziente
  • CRP (Proteina C-Reattiva), marker negli stati di infiammazione acuta, molto interessante in Pediatria onde definire se una patologia ha origine batterica o virale ai fini di una terapia antibiotica
  • Analisi delle urine
  • Indici di coagulazione, interessanti tra l’altro negli ambulatori odontoiatrici onde verificare i tempi di coagulazione del sangue del paziente prima di un qualsiasi intervento chirurgico, anche del tipo mini-invasivo.
  • Infezioni da Streptococco beta-emolitico di gruppo A (da Tampone Faringeo) interessante per il Pediatra e dello Streptococco beta-emolitico di gruppo B (da Tampone Vaginale) interessante per il Ginecologo prima del parto.

 

Pronto Soccorso

  • Elettroliti, Emogasanalisi arteriosa e determinazione Lattati
  • Glucosio, Creatinina, Amilasi
  • Screenig delle Droghe (Oppiacei, THC, Benzodiazepine, Ecstasy, Barbiturici)
  • Markers cardiaci (TroponinaI, Mioglobina, CK-MB)
  • Markers della coagulazione

 

Terapia Intensiva

  • Elettroliti, calcio e magnesio, Emogasanalisi arteriosa con Lattati
  • Glucosio, Osmolalità, Creatinina
  • Emoglobina
  • Tempo di Protrombina (PT) e INR

VANTAGGI DI QUESTA TECNOLOGIA

 

Se usati correttamente, i dispositivi POCT possono essere molto efficienti e migliorare le cure cliniche fornite al paziente. I POCT si sono affermati ormai in tutto il mondo e rivestono un ruolo vitale nella organizzazione dei servizi di salute pubblica. Esistono alcuni lavori scientifici e monografie che sottolineano come il POCT debba essere considerato un normale standard di cura.

In ambito domestico, per l’autocontrollo, consentono un monitoraggio più assiduo dei pazienti e quindi una migliore gestione della patologia. Ad esempio, alcuni studi hanno mostrato che la disponibilità di dispositivi POCT per il monitoraggio dei pazienti in terapia anticoagulante, con il warfarin, ha diminuito l’incidenza delle complicanze relative alla terapia.

I dispositivi POCT sono cruciali in condizioni di emergenza e nelle sale operatorie. Ad esempio, le persone con sospetta ictus possono beneficiare dell’uso di un dispositivo POCT per la misura del PT/INR e la valutazione delle capacità coagulative, prima della somministrazione della terapia. Inoltre possono essere usati nelle sale operatorie durante operazioni di chirurgia cardiaca o di trapianto d’organo.

I principali vantaggi si ottengono quando i risultati di un dispositivo POCT vengono immediatamente esportati su una cartella clinica elettronica. In questo modo i dati ottenuti possono essere condivisi istantaneamente con tutti i membri della squadra medica grazie all’interfaccia del software, diminuendo così il cosiddetto turn around time (TAT), vale a dire il tempo di percorso di una richiesta necessario all’ottenimento del risultato o della risposta del referto. Secondo alcuni studi una riduzione della morbilità e della mortalità è stata riscontrata ricorrendo a tecniche di goal-directed terapia, GDT (terapia precoce diretta al raggiungimento dell’obiettivo) usate in combinazione con POCT e la cartella clinica elettronica.

I POCT presenterebbero dei potenziali vantaggi operativi: il triage ed il processo decisionale sarebbero più rapidi; si ridurrebbero i tempi operativi; riduzione del tempo di cura post-operatorio; riduzione del tempo di permanenza in sala urgenze; riduzione del numero di visite ambulatoriali; riduzione delle ospedalizzazioni.

 

SVANTAGGI

Sebbene la maggior parte dei dispositivi POCT siano progettati per essere di semplice utilizzo e con poco margine di errore, non sono completamente esenti da errori. Le persone, sia i pazienti che gli operatori sanitari, che usano questi dispositivi, devono essere correttamente istruite sul loro utilizzo. Alcuni test POCT, come quelli utilizzati per la scelta della variazione del dosaggio terapeutico dei farmaci, possono comportare conseguenze gravi se non usati correttamente.

Per esempio, i dispositivi POCT per la misura della glicemia o dell’HbA1c sono sviluppati solo per il monitoraggio del diabete e non devono essere utilizzati per la diagnosi o lo screening.